COMUNICATO STAMPA INCONTRO su TARI, Comune di Castrovillari 

Ieri, 3 Marzo 2015, la nostre Associazione di Categoria, Ieri, 3 Marzo 2015, la nostre Associazione di Categoria,guidata dal Presidente Provinciale– Vincenzo Farina- e dal Responsabile Comunale della FIEPET – Carlo Pellicano-, congiuntamente ai colleghi della Comprensoriale Confartigianato  –guidati da  Daniele Aronne-,  in un clima di cortese e leale confronto Istituzionale, hanno avuto modo di confrontarsi con il Commissario Prefettizio del Comune di Castrovillari, Dott. Massimo Mariani, coadiuvato dal sub Commissario Dott. Giordano.

Le nostre Associazioni di Categoria, in una fase introduttiva ai lavori, hanno avuto modo di sottolineare la situazione di grande emergenza economica e sociale che vivono tutte le categorie produttive del territorio dell’area del Pollino, tanto essi artigiani quanto commercianti.

Ovviamente in questa circostanza, in ragione del tipo di confronto sereno sul merito delle problematiche generate dalla famigerata TARI (Tassa comunale sui rifiuti), abbiamo avuto modo di apprezzare la linearità e correttezza mantenuta nelle determinazioni assunte dal Commissario prefettizio, sulla parametrazione del tributo nei mesi scorsi.

Apprezzabile è stata l’obiettivo, manifestato dal Commissario Mariani, di avvio di procedure per efficientare la spesa; che naturalmente produrrebbe minori costi del tributo, su tutta la Comunità di Castrovillari.

Ciò nonostante, per la rilevante entità complessiva del costo del servizio, e per la ripartizione praticata tra le diverse tipologie (domestico e non domestico), è stato facile rappresentare i gravi effetti prodotti su tutte le attività produttive, che esercitano legalmente, nel Comune di Castrovillari.

In questo senso è stata riscontrata la disponibilità del Commissario Mariani, per il tributo di competenza 2014, a praticare delle dilazioni sul pagamento notificato ai contribuenti.

Per l’esercizio 2015 è stato deciso di avviare un lavoro congiunto, con le nostre Associazioni di Categoria, per rimodulare tanto il peso del tributo sulle produzioni di rifiuti sempre più rispondenti alla realtà, quanto eventuale revisione sulle stesse riparametrazioni tra categorie produttive. Il tutto al fine di rendere quanto più equo e realistico possibile l’onere del servizio sui rifiuti.

Daremo aggiornamenti sullo sviluppo della problematica delle cartelle inviate da Equitalia, per il momento non pagate.

 

                                                           Il Presidente

                                                           Vincenzo Farina